Quattro forme di abbandono infantile e come ti influenzano da adulto

Pubblicato su
di Emma Moretti

In questo articolo affronteremo un argomento spesso tabù ma cruciale per il nostro benessere psicologico durante tutta la nostra vita: l’abbandono infantile. Esistono diverse forme di abbandono le cui conseguenze possono variare a seconda dell’individuo e delle esperienze che vive. Le conseguenze possono durare fino all’età adulta e influenzare il nostro modo di interagire con gli altri e la nostra percezione di noi stessi.

Negligenza emotiva

La negligenza emotiva si riferisce alla mancanza di affetto, sostegno o comunicazione da parte dei genitori con i propri figli. Questo tipo di negligenza porta a carenze emotive e relazionali che possono compromettere lo sviluppo del bambino. Ecco alcuni esempi di situazioni in cui un bambino è vittima di abbandono emotivo:

  • Genitori assenti, che non si prendono il tempo per ascoltare o condividere momenti con il proprio figlio
  • Mancanza di validazione emotiva, ovvero il bambino non riceve feedback positivi quando esprime le sue emozioni o i suoi bisogni
  • Un clima familiare teso o conflittuale, in cui il bambino non ha spazio per esprimersi
  • Aspettative sproporzionate da parte dei genitori, che esercitano troppa pressione sul bambino e svalutano i suoi successi
Leggi anche :  Cosa la silhouette del tuo corpo rivela della tua personalità: un test rivelatore

Man mano che gli adulti che sono stati vittime di abbandono emotivo crescono, possono sviluppare una bassa autostima, difficoltà relazionali e un senso di insicurezza emotiva.

Negligenza fisica

L’abbandono fisico riguarda la mancanza di cure e di protezione da parte dei genitori nei confronti dei propri figli. Ciò può comportare la mancanza di un’alimentazione sufficiente ed equilibrata, un abbigliamento inadatto alle condizioni atmosferiche, un alloggio insalubre o addirittura la mancanza di assistenza medica in caso di infortuni o malattie. Questa forma di negligenza mette a rischio la salute e la sicurezza del bambino e può avere gravi conseguenze sul suo sviluppo cognitivo e fisico.

Gli adulti provenienti da famiglie in cui era presente trascuratezza fisica possono incontrare problemi nella cura del proprio corpo (igiene, dieta, salute) e provare sentimenti di vergogna o svalutazione legati al proprio aspetto fisico.

Leggi anche :  Quali segreti nasconde la tua anima? Scoprilo attraverso il disegno che noti per primo

Negligenza educativa

La negligenza educativa è caratterizzata dalla mancanza di interesse dei genitori per i bisogni intellettuali, accademici e sociali dei propri figli. Ciò include ad esempio:

  • Mancanza di supervisione riguardo ai compiti e ai progressi accademici
  • Assenza di stimolazione intellettuale attraverso attività divertenti e informative
  • L’assenza di apprendimento di codici e regole sociali per promuovere un’integrazione armoniosa nella società

Questa forma di abbandono può causare problemi nello sviluppo cognitivo del bambino e ostacolarne il successo accademico e professionale. Da adulti, le persone trascurate dal punto di vista educativo possono sentirsi meno competenti di altre e sviluppare un senso di fallimento e incompetenza.

Negligenza morale

Infine, la negligenza morale è definita dall’assenza di trasmissione di valori e principi morali fondamentali che consentono a un individuo di trovare il proprio posto nella società. I genitori svolgono un ruolo chiave in questo apprendimento insegnando ai propri figli la differenza tra giusto e sbagliato, nonché il comportamento appropriato o riprovevole a seconda della situazione.

Leggi anche :  Questa attività tranquilla permette ai bambini di avere successo a scuola secondo i più eminenti ricercatori di Cambridge

Gli adulti che hanno sperimentato l’abbandono morale durante l’infanzia possono avere difficoltà a determinare ciò che è giusto e ad agire in conformità con i propri principi e valori, o addirittura ad assumere comportamenti antisociali o violenti.

Le conseguenze a lungo termine della negligenza

Sebbene esistano quattro tipologie distinte di abbandono, è importante notare che queste forme non si escludono a vicenda e possono coesistere all’interno della stessa famiglia. Inoltre, ogni bambino reagisce in modo diverso all’abbandono a seconda del suo temperamento, dei suoi punti di forza e di debolezza e del sostegno che può ricevere al di fuori del suo nucleo familiare.

Alcune conseguenze a lungo termine dell’abbandono infantile possono includere:

  • Difficoltà a stabilire e mantenere relazioni interpersonali sane
  • Problemi di autostima e sentimenti di insicurezza emotiva
  • Depressione, ansia o anche tendenze autodistruttive
  • Problemi di adattamento sociale e professionale
  • Impegnarsi in comportamenti a rischio (abuso di sostanze, disturbi alimentari, ecc.) come meccanismi di coping

È fondamentale riconoscere i segnali di abbandono nei bambini per poter mettere in atto sistemi di aiuto e sostegno adeguati che consentano loro di costruire una vita sana ed equilibrata nonostante queste difficili esperienze.

Foto dell'autore
Informazioni sull'autore, Emma Moretti
Emma è un'autrice affascinata dall'attualità in tutte le sue forme, con un interesse particolare per l'esoterismo e la psicologia. I suoi scritti esplorano come gli eventi mondiali si intrecciano con i misteri della mente umana. Dotata di un talento per decifrare le sfumature sottili dell'attualità e collegarle a concetti psicologici ed esoterici, Emma offre ai suoi lettori prospettive uniche e approfondite. Si distingue per la sua capacità di rendere l'attualità e i temi complessi accessibili e avvincenti, condividendo con entusiasmo le sue scoperte e analisi per illuminare un vasto pubblico.
Pagina principale » Psicologia » Quattro forme di abbandono infantile e come ti influenzano da adulto