Non collegare mai il riscaldatore ausiliario a una presa multipla, ecco perché

Pubblicato su
di Emma Moretti

L’inverno si avvicina rapidamente e la questione del comfort termico diventa sempre più urgente. Tra le soluzioni disponibili, il riscaldamento ausiliario è spesso consigliato per riscaldare velocemente un ambiente. Tuttavia, per ragioni di sicurezza elettrica, non è consigliabile collegare questo tipo di dispositivo a una presa multipla. Scopriamo insieme i motivi dietro questo avvertimento.

Rischi legati alla potenza elettrica del riscaldatore ausiliario

La maggior parte dei riscaldatori ausiliari funzionano utilizzando l’elettricità, siano essi termoventilatori, riscaldatori a olio o anche pannelli radianti. Generalmente sono assetati di energia, quindi richiedono una quantità significativa di corrente elettrica per funzionare correttamente.

Leggi anche :  Ecco le 3 piante aromatiche da mettere vicino alle finestre quest'estate per tenere lontane le zanzare

Surriscaldamento della presa multipla

Il problema principale quando si collega un riscaldatore ausiliario a una presa multipla deriva da surriscaldato cavi e prese elettriche. Infatti, la presa multipla deve resistere a lungo al passaggio di una forte corrente elettrica, che genera molto calore. Se la presa multipla non è progettata per resistere a tale intensità, ciò potrebbe comportarne il deterioramento o, peggio ancora, causare a fuoco.

Degrado del materiale

Oltre al rischio di incendio, può verificarsi il surriscaldamento della presa multipla deterioramento del riscaldamento ausiliario. I componenti elettronici interni possono essere danneggiati dalle variazioni di tensione e corrente elettrica. Ciò potrebbe causare un malfunzionamento del dispositivo o una riduzione delle sue prestazioni.

Anomalie nel funzionamento di altri dispositivi elettrici

Quando una stufetta è collegata a una presa multipla e assorbe molta corrente, può causare disturbi per altri dispositivi elettrici collegati alla stessa presa. È quindi possibile che si osservino prestazioni scadenti in questi ultimi rami, compromettendo il corretto funzionamento di altre apparecchiature.

Leggi anche :  Puoi davvero mangiare cibo con macchie di muffa? Ecco la risposta di questi esperti!

Soluzioni per evitare i rischi associati all’utilizzo di una presa multipla

Se prevedi di utilizzare il riscaldamento aggiuntivo quest’inverno, esistono diverse soluzioni per evitare di mettere in pericolo il tuo impianto elettrico e i tuoi elettrodomestici.

Collega la tua stufetta direttamente a una presa a muro

La prima soluzione è quella collega il tuo riscaldatore ausiliario direttamente a una presa a muro dedicata. In questo modo riduci notevolmente il rischio di surriscaldamento e non esponi altri dispositivi elettrici al fenomeno.

Utilizzare una presa multipla adatta alla potenza del riscaldatore ausiliario

Se devi usare una presa multipla, assicurati di farlo scegli un modello adatto alla potenza richiesta dal tuo riscaldamento ausiliario. Controlla innanzitutto la capacità massima supportata dalla presa multipla (indicata in watt o ampere) e confrontala con il fabbisogno elettrico del tuo dispositivo.

Limitare la durata di utilizzo del riscaldamento ausiliario

Infine, per evitare i rischi legati al riscaldamento eccessivo della presa multipla o dei cavi elettrici, si consiglia di farlo limitare la durata di utilizzo del riscaldatore ausiliario. È quindi meglio privilegiarne l’utilizzo come fornitura di calore una tantum piuttosto che come soluzione di riscaldamento a lungo termine. L’aggiunta di termostati programmabili o altri dispositivi di regolazione della temperatura può semplificare questo compito.

Leggi anche :  Usare il bicarbonato di sodio per la cura dei capelli: benefici e precauzioni

Alcuni consigli per scegliere un riscaldatore sicuro ed efficiente

Per sfruttare al massimo il calore fornito dal riscaldamento ausiliario e ridurre al minimo il rischio di incidenti, ecco alcuni consigli per la scelta della vostra attrezzatura:

  • Controllare la potenza necessaria : scegli un modello la cui potenza è adatta alle dimensioni della stanza in cui desideri utilizzarlo. Un dispositivo troppo potente consumerà più energia e aumenterà il rischio di surriscaldamento.
  • Optare per un modello con protezione : privilegiare i riscaldatori ausiliari dotati di dispositivi di sicurezza, come un termostato integrato o una protezione contro il surriscaldamento.
  • Puntare sul risparmio energetico : alcuni modelli sono progettati per offrire un’efficienza energetica ottimale, grazie in particolare alla regolazione fine della temperatura e alla possibilità di programmarne il funzionamento).
  • Fare attenzione durante l’utilizzo : ricordatevi sempre di spegnere il riscaldamento ausiliario quando uscite dalla stanza ed evitate di coprirlo o di posizionarlo troppo vicino ad altri oggetti infiammabili per prevenire qualsiasi rischio di incidente.

Tenendo conto di questi consigli e rispettando le raccomandazioni relative all’alimentazione elettrica del vostro riscaldamento ausiliario, potrete sfruttare appieno il comfort termico offerto da questo apparecchio durante il periodo invernale.

Foto dell'autore
Informazioni sull'autore, Emma Moretti
Emma è un'autrice affascinata dall'attualità in tutte le sue forme, con un interesse particolare per l'esoterismo e la psicologia. I suoi scritti esplorano come gli eventi mondiali si intrecciano con i misteri della mente umana. Dotata di un talento per decifrare le sfumature sottili dell'attualità e collegarle a concetti psicologici ed esoterici, Emma offre ai suoi lettori prospettive uniche e approfondite. Si distingue per la sua capacità di rendere l'attualità e i temi complessi accessibili e avvincenti, condividendo con entusiasmo le sue scoperte e analisi per illuminare un vasto pubblico.
Pagina principale » Notizie » Non collegare mai il riscaldatore ausiliario a una presa multipla, ecco perché