Intrappolati dalla routine: quando l’esercizio fisico a casa diventa un’ossessione dannosa

Pubblicato su
di Emma Moretti

Al giorno d’oggi sta diventando sempre più comune allenarsi a casa grazie al facile accesso a video di allenamento, app per lo sport e attrezzature per il fitness accessibili. Tuttavia, questa tendenza ha dato origine anche a un fenomeno preoccupante: la dannosa ossessione per l’attività fisica a casa, talvolta chiamata “bigoressia”. In questo articolo esploreremo i rischi di questo comportamento, come rilevarlo e come proteggersi.

L’aumento degli allenamenti a casa

Con l’emergere delle nuove tecnologie e la democratizzazione dell’accesso a Internet, si è registrato un notevole aumento dell’interesse per i programmi di formazione a domicilio. I corsi online tenuti da allenatori rinomati sono accessibili su diverse piattaforme come YouTube o dedicati al fitness, incoraggiando molte persone a sviluppare le proprie routine sportive a casa.

Leggi anche :  Emotività o analisi: la tua interpretazione di questa immagine dice molto sulla tua personalità

Questa facilità di accessibilità all’allenamento può avere un effetto dannoso su alcune persone, creando una dipendenza da queste pratiche sportive regolari e intense.. Questa ossessione può poi avere conseguenze negative sulla salute fisica e mentale di chi ne soffre.

I benefici delle sessioni di allenamento a casa

  • Risparmia tempo viaggiando in palestra
  • Riduzione dei costi legati all’abbonamento alla palestra e/o all’allenatore sportivo
  • Flessibilità per adattare l’allenamento al tuo programma
  • Capacità di lavorare secondo i propri ritmi, senza pressioni sociali

Capire la bigoressia: che cos’è?

La bigoressia, conosciuta anche come “dipendenza da esercizio”, è un disturbo comportamentale caratterizzato dall’ossessione di svolgere attività fisiche in modo eccessivo e compulsivo, spesso ignorando i segnali di dolore o di stanchezza inviati dal corpo.

Possibili cause della bigoressia

Alcune persone possono sviluppare questa dipendenza dall’esercizio in risposta ai seguenti fattori:

  1. Un estremo bisogno di controllo sul proprio aspetto fisico e sul proprio peso
  2. Una storia di disturbi alimentari
  3. Una personalità perfezionista
  4. Problemi psicologici sottostanti come ansia, depressione o insoddisfazione corporea
Leggi anche :  Amore o attaccamento? Districare i fili dei sentimenti

Come individuare l’attività fisica eccessiva a casa

Può essere difficile determinare quando una sana routine di esercizi si trasforma in una pratica eccessiva e potenzialmente pericolosa.. È quindi fondamentale prestare attenzione ad alcuni segnali che possono rivelare la presenza di dipendenza da esercizio:

Segni premonitori di bigoressia

  • Dare sistematicamente priorità allo sport a scapito di altre attività familiari, professionali o sociali
  • Sentirsi in colpa o ansiosi se si salta un allenamento
  • Trascurando i segnali di stanchezza, dolore o stress avvertiti dal tuo corpo
  • Dimostrare eccessivo attaccamento ai risultati e alla prestazione sportiva
  • Seguire un programma di esercizi senza reale piacere o soddisfazione personale

Le conseguenze fisiche e psicologiche della bigoressia

L’esercizio eccessivo può avere gravi conseguenze sulla salute fisica e mentale delle persone colpite. Tra gli effetti avversi più comuni troviamo:

Rischi per la salute fisica

  • Lesioni muscolari e articolari dovute al sovrallenamento e al trascurare adeguate fasi di recupero
  • Disturbi del sonno legati all’eccesso di energia spesa
  • Indebolimento del sistema immunitario, rendendo il corpo vulnerabile alle infezioni

Danni psicologici

  • Aumento di ansia e depressione a causa dello stress costante causato da richieste di prestazioni elevate
  • Sensazione di svalutazione personale se gli obiettivi sportivi non vengono raggiunti
  • Problemi relazionali e sociali potenzialmente causati dalla priorità data allo sport rispetto ad altri aspetti della vita
Leggi anche :  Emotività o analisi: la tua interpretazione di questa immagine dice molto sulla tua personalità

Agire per evitare un eccessivo esercizio fisico a casa

Per evitare di cadere in questa trappola, ecco alcuni consigli pratici per adottare una pratica sportiva equilibrata e sana a casa:

  1. Stabilisci obiettivi realistici adatti al tuo livello di forma fisica e prendi in considerazione il tempo che hai a disposizione
  2. Perseguire un allenamento diversificato e vario combinando diverse discipline (allenamento muscolare, cardio, stretching, ecc.) per far lavorare tutte le parti del corpo ed evitare la monotonia
  3. Non dimenticare le fasi di recupero nel tuo programma sportivo
  4. Accettare che i risultati non sempre arrivano immediatamente e che è normale commettere errori o riscontrare cali di prestazione
  5. Concediti qualcosa durante i tuoi allenamenti e ascolta di più il tuo corpo piuttosto che seguire ciecamente un programma rigido
  6. Annota mentalmente i progressi compiuti dall’inizio del tuo percorso sportivo per rafforzare la tua fiducia e convalidare gli sforzi compiuti

È essenziale rimanere vigili sui pericoli associati all’esercizio eccessivo a casa. Mantenere un sano equilibrio tra le attività sportive e gli altri aspetti della vita quotidiana aiuterà a prevenire l’insorgenza della bigoressia. e sfruttare appieno i benefici dello sport per la nostra salute fisica e mentale.

Foto dell'autore
Informazioni sull'autore, Emma Moretti
Emma è un'autrice affascinata dall'attualità in tutte le sue forme, con un interesse particolare per l'esoterismo e la psicologia. I suoi scritti esplorano come gli eventi mondiali si intrecciano con i misteri della mente umana. Dotata di un talento per decifrare le sfumature sottili dell'attualità e collegarle a concetti psicologici ed esoterici, Emma offre ai suoi lettori prospettive uniche e approfondite. Si distingue per la sua capacità di rendere l'attualità e i temi complessi accessibili e avvincenti, condividendo con entusiasmo le sue scoperte e analisi per illuminare un vasto pubblico.
Pagina principale » Psicologia » Intrappolati dalla routine: quando l’esercizio fisico a casa diventa un’ossessione dannosa