Ecco la paura dietro il piacere di spremere punti neri e brufoli

Pubblicato su
di Emma Moretti

Ti sei mai chiesto perché alcune persone provano un immenso piacere nel spremere punti neri e brufoli ? Anche se può sembrare disgustoso, in realtà dietro questo fenomeno c’è una spiegazione psicologica. In questo articolo esploreremo la paura nascosta dietro questo comportamento e parleremo anche della dermatillomania, un disturbo che lo rende ancora più pronunciato.

Alla ricerca del sollievo: il fascino di strizzare le imperfezioni della pelle

Per alcune persone spremere punti neri e brufoli è in qualche modo un modo per trovare sollievo. Eliminando queste piccole imperfezioni della pelle, si sentono più controllate e meno stressate. Ciò è particolarmente vero per coloro che soffrono di dermatillomania o di grattarsi compulsivamente la pelle.

Dermatillomania: quando la pressione diventa una malattia della pelle

dermatillomania, noto anche come “grattamento compulsivo della pelle” o “pizzicamento”, è un disturbo mentale caratterizzato da un bisogno irresistibile di toccare, grattare o spremere la propria pelle, anche se ciò provoca danni alla pelle. Questo disturbo appartiene al gruppo dei disturbi ossessivo-compulsivi (DOC) e può avere un impatto significativo sulla qualità della vita delle persone che ne soffrono.

Leggi anche :  Come capire davvero se ami il tuo partner?

Alcune persone che soffrono di dermatillomania si concentrano su brufoli e punti neri e trascorrono lunghe ore nella privacy del proprio bagno per soddisfare questo bisogno. Questo può sembrare strano a chi non soffre di questo disturbo, ma è importante capire che le motivazioni alla base di questo comportamento vanno ben oltre una semplice ossessione per la pulizia o l’estetica. In realtà, è più un modo per gestire lo stress, l’ansia o anche i sentimenti depressivi.

La sensazione di soddisfazione dopo aver spremuto un punto nero

Anche tra le persone che non soffrono di dermatillomania c’è una certa attrazione verso la spremitura dei punti neri. Questo gesto, considerato sporco o antiestetico, offre a sollievo psicologico dopo essere stato rapito. La ragione principale di ciò è la sensazione di soddisfazione che si prova quando riusciamo a estrarre dalla nostra pelle qualcosa che è stato percepito come una minaccia o una sostanza irritante.

Leggi anche :  Come cambia la tua vita quando lasci una brutta relazione?

C’è anche il fascino di osservare cosa esce dalla nostra pelle quando strizziamo queste imperfezioni. Alcune persone trovano soddisfazione nel vedere i “risultati” delle loro azioni, come se ciò permettesse loro di visualizzare e quantificare il miglioramento apportato al proprio aspetto. Questo fascino potrebbe essere rafforzato dai numerosi video online che mostrano persone che spremono i punti neri, a volte con strumenti specifici, generando una certa soddisfazione voyeuristica negli spettatori.

Il legame tra ansia e grattarsi

Uno dei fattori chiave per cui ad alcune persone piace spremere punti neri e brufoli è il legame tra ansia e grattarsi. Come accennato in precedenza, la dermatillomania appartiene al gruppo dei disturbi ossessivo-compulsivi (DOC) che sono spesso innescati o esacerbati da sentimenti di ansia. Quando una persona si sente ansiosa, tenderà a focalizzare la propria attenzione su qualcosa che può controllare e, nel caso di questo disturbo, si tratta di grattarsi, pizzicarsi o spremere la propria pelle.

Anche le persone senza dermatillomania possono iniziare a giocare con la propria pelle – anche a spremere punti neri o brufoli – quando sono stressate o ansiose. Questo comportamento può offrire un sollievo temporaneo, ma è importante capire che si tratta solo di una strategia di evitamento: invece di affrontare le cause alla base dello stress o dell’ansia, scegliamo di concentrarci su un problema minore come un punto nero o un brufolo. È quindi fondamentale lavorare anche su queste fonti di ansia per evitare che questo comportamento diventi compulsivo e dannoso a lungo termine.

Leggi anche :  Come cambia la tua vita quando lasci una brutta relazione?

I rischi associati alla pressione eccessiva o inappropriata dei brufoli

Anche se spremere occasionalmente un punto nero o un brufolo può essere un modo relativamente innocuo per affrontare lo stress, questa pratica comporta tuttavia alcuni rischi per la salute della nostra pelle:

  • Infezioni : Se le nostre mani o i nostri strumenti non sono perfettamente puliti e disinfettati, corriamo il rischio di introdurre batteri nella ferita aperta lasciata dall’estrazione del comedone o del brufolo. Ciò può causare infezioni della pelle, infiammazioni e talvolta anche cicatrici.
  • Peggioramento dell’acne : Spremere un brufolo infetto o infiammato può rilasciare ulteriore pus e batteri sulla nostra pelle, peggiorando l’acne e rendendola più difficile da trattare.
  • Cicatrici : Grattarsi e pizzicarsi eccessivamente può portare a cicatrici permanenti sul viso o sul corpo. È quindi fondamentale resistere alla tentazione di spremere eventuali brufoli o punti neri che potrebbero causare questo tipo di danni irreversibili.

Anche se spremere punti neri e brufoli può offrire sollievo psicologico ad alcune persone, è importante essere consapevoli dei rischi associati a questa pratica e implementare strategie alternative per gestire lo stress e l’ansia. In caso di dermatillomania o disturbo ossessivo-compulsivo (DOC), si consiglia di consultare un terapista specializzato per un supporto adeguato.

Foto dell'autore
Informazioni sull'autore, Emma Moretti
Emma è un'autrice affascinata dall'attualità in tutte le sue forme, con un interesse particolare per l'esoterismo e la psicologia. I suoi scritti esplorano come gli eventi mondiali si intrecciano con i misteri della mente umana. Dotata di un talento per decifrare le sfumature sottili dell'attualità e collegarle a concetti psicologici ed esoterici, Emma offre ai suoi lettori prospettive uniche e approfondite. Si distingue per la sua capacità di rendere l'attualità e i temi complessi accessibili e avvincenti, condividendo con entusiasmo le sue scoperte e analisi per illuminare un vasto pubblico.
Pagina principale » Psicologia » Ecco la paura dietro il piacere di spremere punti neri e brufoli