7 frutti e verdure da non sbucciare né sbucciare, ecco perché

Pubblicato su
di Emma Moretti

Quando prepariamo i nostri pasti, spesso abbiamo l’abitudine di togliere la buccia alla frutta e alla verdura che consumiamo. Tuttavia, ce ne sono molti la cui epidermide dovrebbe essere attentamente preservata per beneficiare appieno dei loro benefici. Ecco un elenco di 7 frutti e verdure che è meglio non sbucciare o sbucciare.

1. La mela

Il detto “Una mela al giorno toglie il medico di torno” non è così banale. Ricco di fibre, vitamine e minerali, la mela è riconosciuta per i suoi numerosi benefici sulla nostra salute . Tuttavia, dovresti sapere che la maggior parte di questi nutrienti si trovano nella sua buccia. Contiene infatti antiossidanti come l’epicatechina e la quercetina, che proteggono il nostro organismo dall’invecchiamento, dalle malattie cardiovascolari e da alcuni tipi di cancro. Quindi, non buttare più via questa preziosa buccia quando ti godi una mela.

Leggi anche :  Secondo uno studio, fare pipì da seduti come un uomo fa molto meglio alla salute

2. La pera

Proprio come la mela, la buccia della pera contiene una grande quantità di fibre e antiossidanti benefici per la salute. Inoltre, offre anche un interessante effetto saziante per chi cerca di regolare il proprio appetito. Non esitate ad addentare direttamente una pera matura, senza prima spogliarla.

3. La carota

Quando mangiamo le carote, spesso è consuetudine sbucciarle con un pelapatate e poi sciacquarle. Tuttavia, rimuovendo questo sottile strato su questi ortaggi a radice, perdiamo anche parte delle loro qualità nutrizionalicome una percentuale significativa di beta-carotene che favorisce la salute degli occhi o di vitamina C. In genere è sufficiente lavare e spazzolare bene la carota per beneficiare di tutti i suoi nutrienti e della sua consistenza croccante.

4. Patate

Proprio come la carota, la patata vede scomparire buona parte dei suoi vantaggi quando si toglie la buccia. È infatti un’interessante fonte di vitamine e fibre e possiede anche proprietà antiossidanti. Scegli invece di cuocere o stufare le patate per preservare la loro preziosa buccia.

Leggi anche :  Usare il bicarbonato di sodio per la cura dei capelli: benefici e precauzioni

5. Zucchine

Anche se a volte ruvide, le bucce delle zucchine non vanno buttate via : contengono una grande quantità di fibre solubili e insolubili, che aiutano a regolare il transito e a nutrire il microbiota intestinale. Inoltre, lo strato esterno di questo ortaggio è ricco di antiossidanti e carotenoidi benefici per il nostro organismo. Al momento dell’acquisto scegliete zucchine con la buccia sottile e priva di macchie per trarne il massimo beneficio.

6. Cetriolo

Il cetriolo è un ortaggio spesso apprezzato per la sua freschezza e croccantezza. Sarebbe quindi un peccato privarlo della sua pelle quale ricco di nutrienti utili e soprattutto di vitamina K, essenziale per una buona coagulazione del sangue e una buona salute delle ossa. Scegli cetrioli biologici o coltivati ​​senza pesticidi, così non dovrai togliere la buccia durante la preparazione.

Leggi anche :  Puoi davvero mangiare cibo con macchie di muffa? Ecco la risposta di questi esperti!

7. Pomodoro

Finalmente, la buccia del pomodoro spesso viene poco amata pur costituendo una preziosa fonte di nutrienti . Ricco di antiossidanti come il licopene e la luteina, aiuta a ridurre il rischio di alcune malattie e migliora la salute degli occhi. Evitate semplicemente di sbucciarlo e gustatelo nelle vostre insalate, zuppe e piatti cucinati.

Perché conservare la buccia di questi frutti e verdure?

Come puoi vedere, molto spesso le bucce di frutta e verdura hanno tanti o addirittura più benefici della loro carne. Sono ricchi di fibre, minerali e vitamine essenziali per il nostro organismo e la nostra salute. Conservare la buccia di frutta e verdura aiuta inoltre a ridurre gli sprechi alimentari e a godere del loro gusto autentico.

Come pulirli adeguatamente prima del consumo?

Per sfruttare appieno questi benefici nutrizionali senza rischiare di ingerire residui tossici, si consiglia di

  1. scegli frutta e verdura biologica o coltivata senza pesticidi nocivi
  2. lavateli bene sotto l’acqua corrente, strofinandoli con l’apposita spazzola o semplicemente con le mani.

Adottando queste buone abitudini potrai goderti la tua frutta e verdura preferita nella sua interezza e sfruttare al massimo i suoi numerosi benefici per la tua salute e il tuo benessere.

Foto dell'autore
Informazioni sull'autore, Emma Moretti
Emma è un'autrice affascinata dall'attualità in tutte le sue forme, con un interesse particolare per l'esoterismo e la psicologia. I suoi scritti esplorano come gli eventi mondiali si intrecciano con i misteri della mente umana. Dotata di un talento per decifrare le sfumature sottili dell'attualità e collegarle a concetti psicologici ed esoterici, Emma offre ai suoi lettori prospettive uniche e approfondite. Si distingue per la sua capacità di rendere l'attualità e i temi complessi accessibili e avvincenti, condividendo con entusiasmo le sue scoperte e analisi per illuminare un vasto pubblico.
Pagina principale » Notizie » 7 frutti e verdure da non sbucciare né sbucciare, ecco perché